fbpx
Home/Blog/Tecniche di sartoria: come rifinire i bordi del tessuto

Blog

Tecniche di sartoria: come rifinire i bordi del tessuto

Guide e risorse Simona 2 Commenti

Heilà! Come state?

Rieccoci oggi con un nuovo post sulle finiture.

Finora abbiamo parlato tanto delle basi del cucito. Abbiamo dato un’occhiata più da vicino alle macchine da cucire, vi ho dato qualche consiglio su come dedicarvi al vostro fabric shopping e abbiamo speso un bel po’ di tempo a parlare dei materiali per il cucito che possono servirvi per cominciare.

Adesso sono certa sarete impazienti almeno quanto me di cominciare davvero a mettere, per così dire, le mani in pasta. Mi sentirete ancora parlare delle basi visto che ho ancora un po’ di idee che mi ronzano in testa su post futuri, ma oggi non vedo l’ora di condividere con voi il mio primo vero e proprio tutorial di cucito. E allora cosa aspettiamo? Cominciamo!

Ho letto un bel po’ di libri sul cucito, tutorial e istruzioni sui cartamodelli ed arrivano tutti a quel punto in cui scrivono qualcosa tipo “finire i bordi con una tecnica a piacimento”. E se non sapessimo qual è la nostra tecnica preferita o quali sono le opzioni? Ho spesso trovato che fosse questo il pezzo mancante del puzzle mentre imparavo a cucire. Allora oggi parleremo di tecniche di finitura.
Alla fine di questo post saprete affrontare qualsiasi progetto di cucito e scegliere la finitura perfetta per sbarazzarvi di quei temibili bordi sfilacciati!

In questo post troverete alcune delle più comuni (e mie preferite) tecniche di finitura per stoffe tessute (anche se alcune funzionano bene anche per il jersey). Partiremo dalle basi con lo zig-zag ed il finto overlock, per poi parlare della finitura coi margini ripiegati (clean finish, in inglese) e passare al livello successivo con cucitura inglese (french seam) e cucitura ribattuta doppia o cucitura piatta doppia (flat-felled seam).

Per ogni tecnica troverete una breve spiegazione con alcune info sulla difficoltà ed il tempo richiesto. Troverete poi le istruzioni passo passo. Vi suggerisco di scorrere l’intero tutorial prima di cominciare, per farvi un’idea generale del lavoro. Potete anche dare un’occhiata a questo post sui tipi di stoffa e le finiture più adatte per capire per quali tipi di tessuti queste tecniche funzionano meglio.

E allora… radunate tutti i rimasugli di stoffa che avete in casa e provate un po’ di queste tecniche. Qual è la vostra preferita? Avete qualche altra tecnica che vi piace particolarmente? Lasciate i vostri commenti in fondo alla pagina!

ZIG-ZAG

La tecnica di finitura più basilare

FINTO OVERLOCK

Simile ad una tagliacuci ma con una macchina da cucire standard.

FINITURA CON MARGINI RIPIEGATI

Niente bordi sfilacciati, semplicissima e funzionale.

CUCITURA INGLESE

Spariscono i bordi con un look professionale

CUCITURA RIBATTUTA DOPPIA

Niente bordi come nei blue-jeans.

Corsi di cucito SOS

Migliora le tue tecniche, scegli tu argomento.

2 risposte a “Tecniche di sartoria: come rifinire i bordi del tessuto”

  1. ciao, ho provato a fare un finto overlock con una stoffa molto sottile e sfilacciante ma non ci sono riuscita: la stoffa veniva “mangiata” dalla macchina o si accartocciava. Neanche lo zig zag veniva bene, l’ho dovuto fare con la tensione a zero! insomma, una vera schifezza.Cosa mi consigli?

    • Ciao Alessandra! Per un tessuto sottile zig-zag o finto overlock non sono la finitura ideale. Prova con una cucitura inglese, è più adatta a questo tipo di tessuti. Buon lavoro! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *