fbpx
Home/Blog/Come attaccare una manica in 5 step

Blog

Come attaccare una manica in 5 step

Guide e risorse Simona 0 Commenti

Le maniche, si sa, fanno spesso un po’ di paura, specialmente se ti stai approcciando da poco al mondo del cucito sartoriale. Per questo ho deciso di creare questo tutorial passo-passo in cui ti svelo tutti i segreti su come attaccare una manica in soli 5 step.

Spesso nel cucito è solo questione di conoscere le tecniche e gli strumenti giusti, per il resto la perfezione arriva con la pratica. Così anche capire come attaccare una manica può rivelarsi complicato senza alcuni piccoli accorgimenti che renderanno il lavoro più facile ed il cucito molto più rilassante.

Allora pronta a scoprire come attaccare una manica da vera professionista e in modalità no-stress?

Cosa imparerai in questo tutorial

In questo tutorial passo-passo ti spiegherò come attaccare una manica ad un corpetto. Potrai applicare questa tecnica a qualsiasi capo d’abbigliamento, sia esso una blusa, una camicia o un abito. Parleremo di lentezza e di come crearla con una semplice imbastitura a macchina. Vedremo come distribuirla in maniera omogenea per evitare le fastidiose pieghe e come procedere quindi con la cucitura con un approccio semplice ma efficace.

La tecnica più semplice per attaccare una manica

Esistono diversi modi per attaccare una manica ma oggi ti svelerò il mio preferito: un metodo spesso poco usato nel cucito fai da te ma che è senz’altro più semplice da applicare. Per maniche sempre perfette!

Il trucco sta nell’attaccare la manica prima di aver cucito i lati del corpetto. Molti tutorial che spiegano come attaccare una manica prevedono infatti che tu cucia per prima cosa i lati per poi procedere con la cucitura della manica. Il problema è che così facendo sarai costretta a cucire su una superficie chiusa e con spazi molto limitati. Questo ovviamente è molto spesso causa di errori e frustrazioni, specialmente se sei alle prime armi.

Con la mia tecnica, invece, attaccare la manica ti risulterà decisamente più semplice, avrai più spazio d’azione e anche i problemi legati alle fastidiose pieghe nella cucitura saranno molto più limitati. Anche nel mondo dell’industria le maniche vengono solitamente attaccate in questo modo e devo dire che da quando ho provato questo approccio non sono più tornata indietro.

Allora, pronta a cominciare?

Come attaccare una manica da vera professionista

Tempo di esecuzione: 30 minuti
Difficoltà: intermedia
Ti serve:

  • cartamodello corpetto con manica
  • tessuto pretagliato
  • filo coordinato
  • macchina per cucire
  • ferro da stiro
  • cuscino per stiratura (facoltativo)
  • spilli e altri strumenti di base

Per questo tutorial utilizzeremo come esempio il cartamodello dell’Abito/T-shirt Bon Bon il cui corpetto ha una vestibilità morbida e uno scollo a barchetta. In questo caso ho scelto di utilizzare la manica a 3/4, ma gli stessi passaggi sono applicabili a maniche standard di qualsiasi lunghezza. Quanto all’ordine di confezione, ti consiglio innanzitutto di occuparti della cucitura delle spalle e quindi della finitura dello scollo, secondo quanto previsto dal tuo modello. Cuci anche eventuali pinces presenti sul corpetto e ricordati di non cucire i lati prima di aver attaccato la manica. Come step preliminare puoi anche piegare e stirare l’orlo della manica: ti sarà più semplice farlo adesso che non è attaccata al corpetto e con i lati aperti. Potrai sfruttare questa piega al momento di cucire l’orlo, dopo aver cucito i lati.

Cos’è la lentezza di una manica?

Tutti i modelli di maniche (eccetto quelli pensati apposta per il jersey) hanno inclusa nella tromba della manica una certa lentezza. La tromba della manica è la parte curva della manica stessa che andrà cucita al giromanica del corpetto e che comprende gli incavi laterali e la sommità, detta colmo. Se misuri il perimetro della tromba della manica noterai che è tipicamente maggiore rispetto a quello del giromanica (davanti e dietro), la differenza di queste misure si chiama appunto lentezza.
Perché ci serve la lentezza? Perché senza di essa su un tessuto non elastico faremmo fatica a muovere le braccia. La lentezza ci dà quindi agio e confort nell’indossare un capo con le maniche e, sebbene possa variare in quantità in base al tipo di indumento (ad es. un capospalla ha una lentezza maggiore rispetto ad una blusa) è comunque sempre presente.
Dal momento che la tromba della manica ed il giromanica hanno lunghezze diverse, il primo passaggio per attaccare una manica è gestire la lentezza in maniera adeguata e distribuirla lungo il giromanica in maniera omogenea. Vediamo come fare!

1

Per creare la lentezza sulla manica è necessario cucire due file di imbastitura lungo la tromba della manica stessa, simili a quelle che facciamo nel caso di arricciature. Comincia quindi con l’impostazione della tua macchina da cucire per realizzare questa cucitura: metti la tensione del filo superiore a 1 e la lunghezza del punto alla massima consentita.

2

I cartamodelli delle maniche tipicamente includono, lungo la tromba, una tacca singola che indica il davanti ed una tacca doppia che indica il dietro. Dovrai fare la tua cucitura per la lentezza esclusivamente tra queste due tacche. Fai una prima linea di imbastitura con un margine di cucitura di 6 mm andando da una tacca all’altra. Lascia le estremità del filo lunghe sia all’inizio che alla fine della cucitura e non fermare il punto. Fai poi una seconda linea a 6 mm dalla prima. In questo modo entrambe le imbastiture rimarranno racchiuse entro il margine di cucitura di 1.5 cm e non interferiranno con la linea della cucitura, quindi saranno facili da eliminare una volta attaccata la manica.

NOTA 1: se fai fatica a cucire con un margine di 6 mm puoi utilizzare come riferimento il bordo destro del piedino. Fai però attenzione che entrambe le cuciture rimangano comunque all’interno del margine di cucitura, soprattutto per tessuti delicati in cui i segni delle imbastiture potrebbero rovinare le fibre.

NOTA 2: se vuoi puoi utilizzare un filo di colore a contrasto per le imbastiture della lentezza, in modo da poterle individuare più facilmente al momento di scucirle.

3

È il momento di fissare la manica al giromanica con gli spilli.
Prima di tutto posiziona il corpetto sul tavolo così come mostrato nella prima foto, col dritto del tessuto verso l’alto e con il giromanica che forma una “U”. Posizionaci quindi sopra la manica, dritto contro dritto, allineando la tacca del centro del colmo con la linea di cucitura della spalla come mostrato nella seconda foto.

Fissa la manica al giromanica con degli spilli in corrispondenza della tacca centrale e delle due estremità. Posiziona gli spilli anche sulle tacche laterali (singola e doppia) che dovranno coincidere con le tacche corrispondenti sul giromanica.

4

Adesso è il momento di distribuire la lentezza della manica.
Tira le due estremità dei fili di arricciatura che si trovano su uno dei due lati della manica finché la dimensione di questa prima metà non coincide con quella del giromanica. Ancora quindi i fili allo spillo facendo un movimento a forma di “8” attorno ad esso, come mostrato in foto. Fissa con gli spilli la restante porzione di manica al giromanica distribuendo uniformemente la lentezza. Usa tanti spilli, ti saranno utili nella fase successiva.

Aggiusta la lentezza anche sull’altra metà della manica e fissa anche in questo caso con gli spilli. Ripeti poi l’intero procedimento anche sull’altra manica.

NOTA: È possibile che la quantità di lentezza sia diversa nel davanti rispetto al dietro, ovvero la manica non è simmetrica (di solito nel dietro della manica è incluso un agio maggiore per poter accomodare la spalla). Per questo motivo presta particolare attenzione che le tacche singola e doppia della manica coincidano, rispettivamente, con il davanti e il dietro del corpetto.

5

A questo punto sei pronta a cucire la manica. Reimposta la macchina da cucire alla tensione e alla lunghezza del punto standard.
Parti da un’estremità della manica e cuci con il margine di cucitura incluso nel tuo cartamodello (es. 1.5 cm) lavorando dal lato della manica stessa. Procedi lentamente e per piccole porzioni, aggiustando le lentezze e allineando i bordi di manica e giromanica ove necessario. Cerca di tenere le estremità dei fili delle imbastiture al di fuori della cucitura: ti sarà più facile eliminarle al passaggio successivo.

Elimina le imbastiture delle lentezze e rifinisci i bordi del giromanica con la tecnica che preferisci (es. con una tagliacuci o con lo zig-zag). Ripeti il procedimento anche per l’altra manica.

NOTA: cucire la manica con questa tecnica, ovvero coi lati aperti, ti permette anche di rifinire i bordi con facilità, in particolare se scegli di utilizzare una tagliacuci.

È arrivato il momento di passare alla stiratura. Stirare le maniche nel modo corretto è uno step fondamentale per avere una qualità sartoriale ed un risultato professionale. Vediamo come fare!
Prima di tutto stira il margine di cucitura del giromanica verso il corpetto come mostrato in foto. Procedi per piccole porzioni lungo tutto il giromanica facendo attenzione a non creare pieghe indesiderate.

Per la stiratura corretta della manica ti consiglio a questo punto di utilizzare un cuscino da sarto dalla forma ovale: sarà perfetto per accomodare il colmo della manica. Stira quindi sul cuscino mantenendo sempre i margini verso il corpetto, stavolta dal dritto del tessuto (se stai lavorando con una stoffa che tende a “fare il lucido” puoi usare un panno da stiratura per proteggerla).

Et voilà, ecco come attaccare una manica da vera professionista!
Adesso puoi procedere alla cucitura dei lati: spilla davanti e dietro del corpetto e la base della manica e cuci in un sol colpo dall’orlo della manica alla base del corpetto. Finisci i bordi e procedi con il resto della confezione.
Prima però datti una bella pacca sulla spalla e concediti un bel dolcetto, te lo sei meritato!

Spero che questo tutorial ti sia stato utile. Hai mai provato ad attaccare una manica? Quali sono i passaggi in cui hai trovato maggiori difficoltà? Lascia un tuo commento qui sotto!

E se hai voglia di cimentarti subito in questo tutorial, scopri il mio cartamodello Abito/T-shirt Bon Bon: include 3 versioni in 1, ha una linea semplice e super versatile. Sono sicura che te ne innamorerai!

Alla prossima!

XX
Simona

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *